Diego Carchesio
BIOGRAFIA

La pittura è il mio rifugio,
dove le parole lasciano il posto ai colori e le emozioni si esprimono senza limiti.

Biografia

CEO & Creative Director – Artista

Diego Carchesio nasce il 4 Giugno 1990 a Chieti.
Sin dall’adolescenza nutre un profondo interesse per l’arte in genere che lo porta ad iscriversi all’Istituto Statale d’Arte “Nicola da Guardiagrele” di Chieti dove consegue la maturità come Maestro d’Arte Applicata nella Sezione Pittura e Decorazione Pittorica. Subito dopo la maturità il suo Maestro d’Arte Luciano Forlivesi, nonché grande punto di riferimento con il quale instaura un rapporto di stima reciproca, lo segue in un percorso che gli permette di affinare le tecniche della pittura iperrealistica con un forte focus sul figurativo.

Nella sua prima produzione artistica: spunti suggestivi tratti da esperienze vissute, composizioni e nature morte studiate e preparate dal vero nonché numerose commissioni private, denotano un forte attaccamento alla classicità della pittura accademica con sfumature sensazionali, colori brillanti e giochi di luce suggestivi.

Importanti e molteplici partecipazioni a mostre nazionali e internazionali realizzano la sua passione pressapoco più che ventenne.

Nel 2013 la forte passione per l’immagine e per la progettazione lo portano ad intraprendere un percorso di alta formazione professionale focalizzato sul design e sulla comunicazione visiva a 360°.

Mentre ottiene gli inviti a importanti mostre d’arte a Torino e Barcellona inizia rapidamente nel 2015 il suo percorso lavorativo nel mondo della comunicazione come tecnico pubblicitario, e

prosegue in una gavetta senza sosta tra agenzie e aziende private con ruoli sempre più in chiave che gli permettono di accrescere il suo bagaglio di conoscenze e competenze che non ha mai smesso di rafforzare attraverso studi, approfondimenti e partnership.

Nella produzione di questo periodo persegue l’affermazione del bello nel figurativo femminile e importanti simbolismi della storia dell’arte con una forte ispirazione al cinema e alla fotografia dove proietta la sua sensibilità. L’ utilizzo esclusivo del bianco e del nero prende il posto dei colori brillanti aprendo lo scenario ad esperienze ed atmosfere da scoprire. Una ricerca personale dove il Carchesio utilizza una luce caravaggesca ma inizia a sganciarsi lentamente dalla pittura accademica tralasciando dettagli meno importanti quasi a sposare una poetica del non finito.

Nel 2019 apre la sua creative agency e gestisce progetti sempre più complessi come creativo e art director in Abruzzo e a Milano dove si occupa di concepire, coordinare e realizzare idee creative che “vestono” come un capo su misura e diventano uno strumento di comunicazione efficace per i brand.

La sua produzione artistica subisce infatti un rallentamento dovuto agli impegni lavorativi ma il suo percorso sulla comunicazione pubblicitaria sembra aver influenzato notevolmente il Carchesio che, nelle opere più recenti, mostra un distacco maggiore dalla classicità michelangiolesca.

In arrivo la maniera dell’artista?

Le Emozioni
di Diego Carchesio

TESTO CRITICO a cura del Prof. e Critico d’Arte Massimo Pasqualone
Anno 2024

C’è, nel percorso artistico e zetetico di Diego Carchesio, un’evoluzione continua, sempre e comunque sul filo delle emozioni, parola chiave ed architrave di questo intenso modo di vedere il mondo attraverso l’arte.

Diego Carchesio, alla luce di un importante principio affermato da Manuel Castells, secondo cui «in un mondo di specchi rotti, fatto di testi non-comunicabili, l’arte potrebbe essere, senza una precisa agenda, di per sé, un protocollo di comunicazione e uno strumento di ricostruzione sociale», ritiene che vi sia nell’arte una concezione del tempo circolare, una compresenza di passato-presente-futuro, con simboli che evidenziano la ricerca di una dimensione univoca della vita che sembra essere onirica, il sogno che Hans Georg Gadamer così sintetizza, a proposito del compito che ci propone l’arte: «imparare ad ascoltare ciò che vuole parlare, e noi dovremmo confessare che l’imparare ad ascoltare vuol dire anzitutto elevarsi al di sopra della livellante sordità e miopia che una civiltà sempre più ricca di stimoli è intenta a diffondere ovunque», in un vero itinerarium mentis verso la libertà dell’artista, mai pago dei suoi limiti, mai chiuso entro gli angusti confini della realtà e della verità, sempre convinto che la realtà non sia quella che si vede.

Per il nostro artista l’arte serve a questo, a captare oltre la superficie ciò che più di vero esiste, un di più di coscienza che mette al centro le emozioni del quotidiano, e lo dicono soprattutto le sue opere ultime, perché, in linea con Jean Clair, che sostiene che nell’arte contemporanea non contano più né il vedere né il pensare ma il sentire, Carchesio sente attraverso l’incedere della vita, sente nel vento la voce del tempo, mai presente o passato, ma sempre proiettato verso il futuro-speranza che solo l’artista vero sa così bene intuire.

E arriviamo così a un assunto: l’artista è capace di futuro, il futuro come luogo della speranza, della rivincita, della bellezza. Questo essere capax è legato alla sua sensibilità, alla sua capacità di estroiettare nell’opera d’arte emozioni, sentimenti, valori, ansie, inquietudini, preoccupazioni, persino sorrisi metafisici e abbracci ermeneutici.

Ma il bello è fragile e la sua esperienza sovente è impastata di tristezza e il bello – per dirla con Bruno Forte – ricorda agli abitanti del tempo la caducità della loro dimora.

Le pagine che seguono ci mostrano un artista vero, capax, per una pittura emozionale che fa dell’attimo e del frammento la sua cifra stilistica. Non mancano colti riferimenti alla storia dell’arte, in un confronto tra storia ed eternità che sulla tela diventa ammirazione e mai imitazione.

Il Realismo Positivo
di Diego Carchesio

TESTO CRITICO a cura del Prof. e Critico d’Arte Massimo Pasqualone
Anno 2015

Diego Carchesio, giovanissimo artista teatino, ha già importanti e diverse partecipazioni a mostre nazionali ed internazionali che denotano una ricerca personale, un equilibrio tra l’armonia classica e la modernità, con spunti suggestivi tratti da ciak cinematografici o rivisitazioni di importanti opere della storia dell’arte.

A ben vedere, si tratta, però, di una poetica del volto: l’artista cerca nel volto dell’altro una risposta alla sua inquieta ricerca di uomo e di artista, cerca nell’alterità di sanare quel dissidio interiore che pervade tutti gli entronauti.

Anche Diego è infatti un cercatore, un indagatore del senso e del mistero della vita che è presente nell’altro e soprattutto nel suo volto, alla maniera di Levinas e di tanti altri che su questi temi hanno elaborato una preziosa meditazione filosofica.

Ognuno cerca nel tu il proprio io, quel completamente che alla fine ci fa diventare noi e, difatti, l’arte è quel di più gnoseologico che ci permette di indagare l’esistenza e l’essenza.

Accanto alla poetica del volto si evince quel che potremmo definire realismo positivo, con l’artista che cerca di mostrare come il mondo degli oggetti preceda e resista ad ogni interpretazione, insomma una positività del reale recentemente sottolineata da Maurizio Ferraris in un pregevole saggio.

L’artista sa bene che questo non vuol dire, citando Ferraris, “sposare un realismo ingenuo che identifica l’esperienza con la realtà”, bensì, per dirla con Pierluigi Panza, decostruire i nostri schemi preconcetti perchè non possiedono valore costitutivo rispetto al mondo.

©

© 2022 DIEGO CARCHESIO ADV. All rights reserved.
All other copyrights and trademarks are the property of their respective owners.

GUARDA LE MIE OPERE

TIRA FUORI LA
TUA UNICITÀ

Aiuto le aziende a costruire un legame emozionale con il proprio pubblico attraverso strategie di comunicazione visiva.

P. IVA e C.F.: 02661870697
PEC: diego.carchesioadv@pec.it

S.L.: Via Colle Rotondo, 12 | 66100 Chieti CH
S.O.: Causa Covid lavoriamo da remoto.

CONTATTI

info@diegocarchesioadv.it
+39 389 79 78 539

SITO WEB

  • Home
  • About Studio
  • About Me
  • Service
  • Portfolio
  • Contact

SOCIAL

AREA LEGALE

SPAZI DI LAVORO

  • Abruzzo
  • Milano
  • Padova
  • Genova
  • Bologna
  • Firenze
  • Roma
  • Cagliari
  • Napoli
© 2022 DIEGO CARCHESIO ADV. All rights reserved.
contact-section